PREFERENZE – TARDINO (LEGA): POLEMICA STRUMENTALE, VERO NODO E’ ASSENZA DI DEMOCRAZIA

Europarlamentare Lega/ID

PREFERENZE – TARDINO (LEGA): POLEMICA STRUMENTALE, VERO NODO E’ ASSENZA DI DEMOCRAZIA

Palermo, 20 luglio- “Le dichiarazioni del nostro Segretario regionale Stefano Candiani, sul tema delle preferenze elettorali, hanno suscitato nei giorni scorsi diverse uscite.

Premesso che le attente considerazioni del Senatore Candiani provengono da una presa di coscienza delle oggettive situazioni di potere che governano la nostra politica a livello territoriale che oggi, occupandomi delle amministrative di Agrigento non posso che confermare, non mi sorprende l’attacco strumentale dallo stesso ricevuto, da parte di diversi esponenti politici regionali, da ultimo la Caronia, che addirittura collega a ciò la sua fuoriuscita dal partito.

Ebbene, apprendiamo con dispiacere la sua decisione di lasciare la Lega, ma semplicemente è stato formalizzato ciò che era nell’aria da tempo, sin dalle sue esternazioni pubbliche in occasione dell’ingresso in giunta di Alberto Samonà. Di certo, quindi, le vere ragioni della scelta di ieri vanno ricercate altrove.

La polemica dei giorni scorsi si basa, invero, su mere strumentalizzazioni, atteso che non esiste un disegno di legge elettorale già presentato, né all’ordine del giorno, e che le esternazioni del nostro segretario si inseriscono in un contesto di riflessione e costruzione per una politica che valorizzi il territorio, fatta per la gente, e non di manovre di potere personale di singoli deputati, che rischiano in molti casi di minare l’essenza stessa della democrazia.”

Così in una nota Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega Salvini Premier.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: